TIMELINE (VITA E OPERE DI GOETHE)

Vita di Goethe

1749 (età 0 anni)

Goethe viene al mondo. Nelle sue stesse parole, “Il 28 agosto 1749, allo scoccare di mezzogiorno, ho visto la luce del giorno a Francoforte sul Meno” (anche se di colorito blu, quasi morto alla nascita), presso la casa di Goethe, a Francoforte, dove risiedette con la sorella Cornelia fino al 1765, quando sedicenne si trasferì a Lipsia per studiare legge, tornando soltanto sporadicamente.

1753/55 (ETÀ 4/6 ANNI)

Goethe e la sorella ricevono dalla nonna, un teatro di marionette come regalo di Natale: Goethe apprende la storia di Faust attraverso il teatro delle marionette. Dall’età di 6 anni inizia a immaginare e organizzare rappresentazioni nel teatro in miniatura.

1755 (ETÀ 6 ANNI)

Un terribile terremoto uccide più di 30.000 persone a Lisbona, in Portogallo: la notizia inquieta il giovane Goethe.
Comincia a leggere avidamente.

1756 (ETÀ 7 ANNI)

All’età di 7 anni, per studiare grammatica con maggiore entusiasmo, inventa un romanzo che narra lo scambio epistolare dei membri di una famiglia che risiedono in varie parti del mondo. Ne esce uno scritto in sei lingue e con sei stili diversi.

1758 (ETÀ 9 ANNI)

A 9 anni – continuando fino ai 13 – crea una propria versione della collezione di storia naturale del padre, accendendo una candela per leggere le preghiere. L’utilizzo di tali strumenti, secondo la ricercatrice Catherine Cox (1926), gli fece “sviluppare una sua propria dimensione mistica, nella speranza di avvicinarsi direttamente a Dio“.

1763 (ETÀ 14 ANNI)

Inizia a sentire attrazione per varie ragazze. In seguito collettivamente denominate “Gretchen” nella sua autobiografia, “Poesia e verità“.

1764 (ETÀ 15 ANNI)

Goethe realizza i suoi primi disegni di paesaggio, nella zona di Francoforte. Studia le opere di Platone, Aristotele, Plotino e gli Stoici.

1765 (ETÀ 16 ANNI)

Non ancora sedicenne, entra all’Università di Lipsia e inizia a studiare legge. Avrebbe molto desiderato un altro percorso di studi, che gli consentisse di approfondire letteratura classica, latino e greco, ma il padre lo spinge ad iscriversi a giurisprudenza. Goethe segue lezioni di disegno con Adam Friedrich Oeser.

1766 (ETÀ 17 ANNI)

Prime letture di Shakespeare.
Si innamora di Käthchen Schönkopf (1746-1810), cui dedica una raccolta di poesie, intitolata “Annette“.

1767/68 (ETÀ 18-19 ANNI)

Un intero anno di convalescenza chiuso in casa, a letto, gli consente di iniziare studi in Chimica, in particolare il lavoro di Paracelso (1493-1541) e Susanne Klettenberg (1723-1744). Conduce esperimenti chimici nella sua soffitta, realizzando anche una bozza di progetto di forno. Da questa esperienza, l’idea di poter creare la vita in laboratorio che si ritroverà nel Faust, in modo da rivelare che “Tale principio permea l’intero universo“.

1770 (ETÀ 21 ANNI)

La chimica è il mio amore segreto“.
Da una lettera alla scrittricetedesca Susanne Klettenberg (1723-1744), una religiosa, amica di sua madre, che in precedenza aveva aiutato Goethe durante la sua malattia di Lipsia.

1770-71 (ETÀ 21-22 ANNI)

All’Università di Strasburgo, frequenta i corsi di chimica del francese Jacob Spielmann (1722-1783), suo primo insegnante di chimica. Per completare il curriculum, studia scienze politiche, storia, anatomia e chirurgia: studia abbastanza medicina per qualificarsi come medico e, per completare un corso di diritto, scrive una dissertazione su “La legislatura, sul potere del magistrato di determinare la religione e la cultura“.
Pubblica un primo volume di poesie.

1771, 6 agosto (ETÀ 22 ANNI)

Sostiene la tesi di laurea, diventa avvocato e inizia a praticare.

1773 (ETÀ 24 ANNI)

Goethe appare raffigurato in una illustrazione di Wilhelm von Kaulbach, mentre pattina sul ghiaccio, velocissimo, avvolto nel mantello di pelliccia rossa della madre.

1774-75 (ETÀ 25-26 ANNI)

Dopo l’arrivo a Weimar, nel 1774, Goethe incontra Charlotte von Stein (1742-1827): è l’inizio di una profonda amicizia, che durò dodici anni. Per tutto quel tempo, Goethe ha tentato di conquistarla, nonostante fosse sposata (per accordo economico e sociale) con il barone Gottlob von Stein (1735-1793) e madre di sette figli.

1776-82 (ETÀ 27-33 ANNI)

Goethe acquisita la sua prima casa, pochi mesi dopo il suo arrivo a Weimar, assieme al giardino circostante. L’acquisto fu finanziato dal duca Carl August di Saxe-Weimar-Eisenach. La “casa con giardino” era non soltanto la residenza ma soprattutto il luogo di lavoro di Goethe, fino a quando non si trasferì a Frauenplan, nel giugno del 1782.
L’impronta di Goethe è ancora oggi riconoscibile nel ridisegno del giardino, diviso in tre parti: il pendio dietro la casa, il frutteto soleggiato e la parte inferiore, dove si coltivano le verdure.